Aranci in toscana

Tutto ma proprio tutto sugli Agrumi. Dalla A di Arancia alla Z di Yuzu. Per i collezionisti degli agrumi ornamentali e per chi vuole un agrumeto.
FoodStories
Messaggi: 152
Iscritto il: sabato 2 gennaio 2021, 17:15
Provincia: Firenze

Re: Aranci in toscana

Messaggio da FoodStories »

Nono @Lory io parlo di agrumi.
Chiaro che avere una pianta più aperta può anche non essere risolutiva per gli afidi,ma sicuramente sarà più facile da trattare.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6496
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Lory »

@FoodStories ah ok certo!!
Lorenzo
Avatar utente
Robin777
Messaggi: 1262
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 18:43
Provincia: Pisa
Località: ponsacco
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Robin777 »

Sai qual è la cosa strana ? Che quando lasciavo più allo stato selvaggio la pianta senza troppi accorgimenti di concimazione ne aiuto contro afidi o cocciniglia mi faceva molto più mandarini .da quando la tratto si ammala di più e mi fa meno frutti..invece x un limone ma anche per un altro arancio che ho al contrario .da quando li concimo mi fanno più frutti ..e io concimi sempre uguale x tutte le piante di agrumi .mi fai pensare adesso che dovrei cambiare sistema di concimazione .
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6496
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Lory »

@Robin777 io con gli afidi ci ho rinunciato a capire.
Ho letto le cose più disparate sulle piante attaccate perchè sono deboli, o perchè sono troppo floride, perchè patiscono la sete o perchè sono troppo rigogliose, perchè ricevono poco azoto o perchè hanno la chioma poco arieggiata....
Ho tentato invano per anni di capirci qualcosa, di trovare delle correlazioni ma ZERO. :wondering:
Ho rinunciato! :|
Lorenzo
Avatar utente
Robin777
Messaggi: 1262
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 18:43
Provincia: Pisa
Località: ponsacco
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Robin777 »

Arieggiata è una cazzata ..perché la mia è a spalliera ed è sempre quella da anni .la poto in modo da essere sempre la stessa x poter entrare nella serra. Al limite posso capire x la cocciniglia ma x gli afidi non c entra nulla..cmq è così strano che una pianta concimata allo stesso modo a poca distanza stesso terreno stesso coltivatore cioè io x cui la mano è quella reagisca in maniera opposta all altra ..proverò a concimarla in maniera diversa ..con altri prodotti x capire la reazione che possa avere ..
Avatar utente
Robin777
Messaggi: 1262
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 18:43
Provincia: Pisa
Località: ponsacco
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Robin777 »

Sapete cosa ho notato ? Che alcuni agrumi se gli si sta troppo appresso con continui trattamenti sono più deboli..la stessa pianta prima non trattata riusciva da se a sopperire meglio agli attacchi di afidi e cocciniglie ..da quando la tratto ha sempre più bisogno .ho notato ciò anche su altre piante di agrumi..non bisogna coccolarle troppo ma solo il minimo indispensabile ..va bene concimarle ,dargli acqua ma non calcare troppo la mano con continui trattamenti fogliari preventivi o curativi un po' bisogna farle lottare anche da sole ..anche questo olio di neem o simili venduti dalle agrarie secondo me abituano le piante a non reagire da sole.
JoPalm
Messaggi: 474
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Aranci in toscana

Messaggio da JoPalm »

Secondo me più che i trattamenti sono le cure di concimazioni varie, fogliari comprese, forse in parte irrigazione che appunto aiuta la concimazione. Gli afidi forse percepiscono la pianta vigorosa in salute piena di linfa e sostanze nutritive, forse evitano quelle più in difficoltà. Però è solo una mia ipotesi, forse a questo si aggiungono i trattamenti che fanno appunto la pianta più in salute e la percepiscono come più appetitosa?
Avatar utente
barbapedanna
Messaggi: 3756
Iscritto il: venerdì 21 ottobre 2016, 18:06
Provincia: Milano
Località: 197 msl
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Aranci in toscana

Messaggio da barbapedanna »

[Per vedere i link effettua il login!]

non è una novità.
L'azoto stimola la formazione delle parti verdi delle piante, in particolare quindi dei germogli primaverili. Un eccesso di azoto comporta un maggiore assorbimento di acqua e quindi più linfa grezza nelle piante, pertanto un eccesso di acqua zuccherata che attira gli afidi.
Avatar utente
Robin777
Messaggi: 1262
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 18:43
Provincia: Pisa
Località: ponsacco
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Aranci in toscana

Messaggio da Robin777 »

Quindi per limitare eccesso azoto che percentuale useresti te di npk ? Io di solito uso un 20-20-20 .
Avatar utente
barbapedanna
Messaggi: 3756
Iscritto il: venerdì 21 ottobre 2016, 18:06
Provincia: Milano
Località: 197 msl
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Aranci in toscana

Messaggio da barbapedanna »

anche io uso 20 20 20 in fertirrigazione e di afidi ne vedo ma non su tutte le piante e dove ci sono li trovo in quantità moto ridotta.
su 90 piante di agrumi ne ho 3 attaccate dagli afidi nonostante la vicinanza molto stretta tra le piante e la foltissima vegetazione.
sembra quasi che gli afidi abbiano delle preferenze per alcune specie.
probabilmente l'eccesso di azoto non dipende dalla quantità contenuta nel concime ma dalla frequenza delle concimazioni.
concimo con 0,5 gr per litro da inizio stagione fino ai primi caldi, ora ho smesso, riprenderò all'ingrossamento dei frutti.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti