Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Le idee e soluzioni per creare foreste alimentari (food forests), per ideare e realizzare un frutteto tradizionale ad uso personale, e per coltivare le piante da frutto negli ambienti ristretti delle città: giardini, balconi e tetti.
Avatar utente
Sherwood2
Messaggi: 2725
Iscritto il: martedì 20 ottobre 2015, 15:10
Provincia: Milano
Località: Hinterland nord est

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Sherwood2 »

La mia paura e' che lo rimuovano...
Avatar utente
Mat77
Messaggi: 89
Iscritto il: giovedì 10 settembre 2020, 21:46
Provincia: Salerno
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Mat77 »

@Sherwood2 Sarebbe veramente il colmo. :oops:
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6251
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Lory »

Sherwood2 ha scritto: lunedì 30 maggio 2022, 18:06 La mia paura e' che lo rimuovano...
Paura tutt'altro che infondata...purtroppo :roll: :mrgreen: :|
Ho già visto due alberi preziosi fare quella fine causa proprietari ignoranti.....
Lorenzo
Tuttologo65
Messaggi: 233
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2016, 0:06
Provincia: L'Aquila
Località: Avezzano
USDA Hardiness Zones: 7b

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Tuttologo65 »

Ciao a tutti...
Pur vivendo in una zona tra le più fredde d'Italia, sto seguendo con molto interesse questo progetto, compresa la passione e determinazione che lo animano...
Più di una volta però mi sono posto un quesito:
Perché quest' interesse per il jackfruit?
Più di venti anni fa mi recai per lavoro nello Sry Lanka, erano ovunque, alti più di venti metri...avevi paura a passarci sotto, casomai fosse caduto qualche frutto.
Lo assaggiai, era molto dolce...per quel che ricordo (era il 1997) nulla di eccezionale... vabbè che erano piante selvatiche...
Forse ne esistono varietà più pregevoli?
Di nuovo ciao ed i migliori auguri ....
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4234
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Iaia »

Sherwood2 ha scritto: lunedì 30 maggio 2022, 18:06 La mia paura e' che lo rimuovano...
Qualcuno, incontrando CASUALMENTE la proprietaria, potrebbe dirle che forse è l'unico albero di jack di quelle dimensioni in tutta Italia e che presto farà frutti favolosi. Quando si sa una cosa così diventa più difficile stroncare la carriera a una pianta senza un minimo di rimorso.
@Tuttologo65 sui gusti non si discute, ma il jack oltre ad essere dolce ha anche un gusto complesso. A volte l'assaggio di un frutto immaturo, o di una pianta di scarsa qualità, può lasciare una convinzione sbagliata. Oppure a te quel sapore proprio non piace, anche questa è una possibilità...ma apparterresti a una minoranza.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6251
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Lory »

Il jakcfruit (come tante altre specie di fruttiferi) presenta una forte variabilità di gusti intraspecie.
Nelle Filippine la stragrande maggioranza degli alberi sono dei semenzali quindi ognuno fa storia a se.
Ho assaggiato frutti dalla consistenza croccante e gusto di big-babol (chi era bambino come me negli anni 70 sa di cosa parlo) altri con consistenza più "molle e viscida" e gusto molto blando.
Altri con polpa morbida e gusto delizioso.
Anche il colore può variare da una giallino pallido quasi bianco ad un arancio molto intenso
Il suggerimento di @Iaia di "consigliare" i proprietari dell'abero di Lazzaro di conservare il loro albero è assolutamente condivisibile!
Lorenzo
Tuttologo65
Messaggi: 233
Iscritto il: giovedì 10 novembre 2016, 0:06
Provincia: L'Aquila
Località: Avezzano
USDA Hardiness Zones: 7b

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Tuttologo65 »

Iaia ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 17:28
Sherwood2 ha scritto: lunedì 30 maggio 2022, 18:06 La mia paura e' che lo rimuovano...
@Tuttologo65 sui gusti non si discute, ma il jack oltre ad essere dolce ha anche un gusto complesso. A volte l'assaggio di un frutto immaturo, o di una pianta di scarsa qualità, può lasciare una convinzione sbagliata. Oppure a te quel sapore proprio non piace, anche questa è una possibilità...ma apparterresti a una minoranza.
Ciao Iaia...quello che dici è giusto, io stesso allora non ero appassionato ai vari frutti esistenti al mondo....
La mia supposizione, più che a gusti personali, tra l'altro condivisi da tutto il gruppo italiano che lavorava a Colombo, ed eravamo più di 30 persone per quasi 9 mesi, è anche basata sul fatto che io non ho mai trovato quel frutto nei vari ristoranti dell'isola, era effettivamente "snobbato"....vero che lo trovavi nelle bancarelle per strada, ma ai tempi lo Sry Lanka era veramente un paese povero... c'era anche la guerra tra Tamil e Singalesi....loro mangiavano un po' di tutto....
Comunque il thread mi ha fatto tornare la voglia di assaggiarlo....forse oggi lo troverei piacevole, chissà...
Penso anche a quante occasioni ho avuto, girando per lavoro, di trovare piante di cui si parla qui nel forum....peccato... :(
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4234
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Iaia »

Tuttologo65 ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 19:21
Iaia ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 17:28 @Tuttologo65 sui gusti non si discute, ma il jack oltre ad essere dolce ha anche un gusto complesso. A volte l'assaggio di un frutto immaturo, o di una pianta di scarsa qualità, può lasciare una convinzione sbagliata. Oppure a te quel sapore proprio non piace, anche questa è una possibilità...ma apparterresti a una minoranza.
Ciao Iaia...quello che dici è giusto, io stesso allora non ero appassionato ai vari frutti esistenti al mondo....
La mia supposizione, più che a gusti personali, tra l'altro condivisi da tutto il gruppo italiano che lavorava a Colombo, ed eravamo più di 30 persone per quasi 9 mesi, è anche basata sul fatto che io non ho mai trovato quel frutto nei vari ristoranti dell'isola, era effettivamente "snobbato"....vero che lo trovavi nelle bancarelle per strada, ma ai tempi lo Sry Lanka era veramente un paese povero... c'era anche la guerra tra Tamil e Singalesi....loro mangiavano un po' di tutto....
Comunque il thread mi ha fatto tornare la voglia di assaggiarlo....forse oggi lo troverei piacevole, chissà...
Penso anche a quante occasioni ho avuto, girando per lavoro, di trovare piante di cui si parla qui nel forum....peccato... :(
Idem. Alcuni semi tornavano con me, ma 30/35 anni fa pur essendo molto appassionata di piante, non sempre avevo la costanza, e sicuramente anche il tempo, di seguire le piantine come faccio oggi. Tante occasioni sprecate. Comunque ho ancora stampati nella mente alcuni frutti visti sulle bancarelle e lasciati lì, senza nemmeno.un assaggio. Vai a sapere perché.
Avatar utente
Sherwood2
Messaggi: 2725
Iscritto il: martedì 20 ottobre 2015, 15:10
Provincia: Milano
Località: Hinterland nord est

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Sherwood2 »

Iaia ha scritto: giovedì 2 giugno 2022, 22:58 Tante occasioni sprecate. Comunque ho ancora stampati nella mente alcuni frutti visti sulle bancarelle e lasciati lì, senza nemmeno.un assaggio. Vai a sapere perché.
Beh, ma allora, e parlo degli anni a cavallo fra i '70 e gli '80, mancava quasi totalmente la consapevolezza di quanto possa essere profonda un'esperienza sensoriale. Ricordo i primi Kiwi o il periodo (molto breve) delle Feijoe, e devo dire che mi sono mangiato delle belle schifezze, come anche Avocado al limite del marciume, Papaye croccanti e Manghi acerbi quasi allappanti, che diciamo mi sono imposto come sapori nuovi da provare e che ho apprezzato soprattutto per via di questa passione, che ai tempi era latente e che dura tuttora. Poi con la prima Carambola il cui sapore mi sembro' molto simile alla parte bianca della scorza dell'anguria ho iniziato a sviluppare un certo senso critico, a capire che esotico non voleva dire necessariamente buono e gustoso. Poi i viaggi in terre lontane, i miei giri nei mercati e fra le bancarelle per strada, mentre la quasi totalita' dei miei compagni di viaggio se ne stava sdraiata sotto le palme a strafogarsi di Piña colada.
Tutto questo spiega, o lascia perlomeno intuire la molla che ha creato in me la voglia di cimentarmi in questa avventura alla "Uomo del Monte" della coltivazione in Calabria, specie dopo la prima scorribanda con @ermetet e l'assaggio di certi frutti nel suo frutteto, ho pensato fosse possibile, anzi, che fosse assolutamente necessario alzare l'asticella dell'esperienza sensoriale a cui accennavo prima: produrre Manghi e Avocado che rispondano ai livelli piu' alti di qualita' e di sapore che una coltivazione curata a partire dalla maturazione sull'albero e dalla passione perversa possano garantire. E quindi eccomi qua...eccoci qua per meglio dire, con @ermetet e @Paolorc, in mezzo a mille difficolta', un po' come dei pionieri, a tentare di produrre quella frutta tanto ambita da tanto tempo
Avatar utente
Fabrys
Messaggi: 1330
Iscritto il: venerdì 13 novembre 2015, 23:55
Provincia: Perugia
Località: Magione,esposizione sponda sud/ovest lago Trasimeno

Re: Progetto per un frutteto subtropicale sperimentale in sud Italia

Messaggio da Fabrys »

Interessante,fate sapere se possiamo contribuire in qualche modo.....

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti