Longevità Alberi Da Frutto

Frutticoltura in generale e piante da frutto di comune coltivazione in Italia: per parlare delle piante da frutto rare e antiche. È la sezione principale del forum, dedicata a tutti gli aspetti della frutticoltura amatoriale in Italia. I frutti esotici non tropicali vanno in questa sezione.
Avatar utente
Arbalest
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:57
Provincia: Torino

Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Arbalest »

Buongiorno a tutti. Volevo sapere quali siano gli alberi da frutto più longevi e se dalla vostra esperienza avete notato differenze nella lunghezza della vita nelle piante da seme piuttosto che in quelle clonate mediante talee o innesti. Il mio dubbio è questo: una pianta clone, ovviamente molto più piccola della madre per dimensioni, partirà dall'età cronologica della genitrice oppure (essendo magari un ramo nuovo) sarà geneticamente più giovane?
FedeF
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 3 gennaio 2024, 18:43
Provincia: Asti
Località: Elevazione:250m.s.l.m
Esposizione:sud-ovest
Suolo: sabbioso, argilloso e misto dei due; ex vigneto
USDA Hardiness Zones: 9b

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da FedeF »

beh direi che ci sono moltissime variabili, dipende anche tanto da come le piante da frutto vengono concepite:
se intendi pianta da frutto pianta innestata e potata per ottenere frutti che puoi raccogliere allora la longevità è genericamente inferiore ad una pianta nata da seme in loco che non subisce potature/innesti/trapianti. Questo generalizzando molto, ci sono ovviamente casi di piante innestate centenarie o cose così. Ci sono anche piante propagate per talea che possono essere abbastanza longeve, mi viene in mente il fico ad esempio. Alcune piante da frutto anche innestate, potate e da cui si raccolgono frutti anche per 70 anni come nel caso di alcuni mandorli o peri.
Per quanto riguarda la talea credo che il fattore più limitante alla longevità sia la resistenza dell'apparato radicale alle condizioni del luogo, non tanto l'età del ramo, poiché un albero nato da seme in loco sarà più tollerante agli stress idrici oltre che alle sollecitazioni meccaniche del vento. Immagino che ad esempio un olivo nato da seme sul posto a parità di condizioni potenzialmente può avere una vita maggiore rispetto ad uno propagato per talea.

Queste sono le mie impressioni generali, ovviamente posso sbagliarmi; comunque è un argomento assolutamente vasto
Avatar utente
Arbalest
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:57
Provincia: Torino

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Arbalest »

FedeF ha scritto: martedì 20 febbraio 2024, 16:06 beh direi che ci sono moltissime variabili, dipende anche tanto da come le piante da frutto vengono concepite:
se intendi pianta da frutto pianta innestata e potata per ottenere frutti che puoi raccogliere allora la longevità è genericamente inferiore ad una pianta nata da seme in loco che non subisce potature/innesti/trapianti. Questo generalizzando molto, ci sono ovviamente casi di piante innestate centenarie o cose così. Ci sono anche piante propagate per talea che possono essere abbastanza longeve, mi viene in mente il fico ad esempio. Alcune piante da frutto anche innestate, potate e da cui si raccolgono frutti anche per 70 anni come nel caso di alcuni mandorli o peri.
Per quanto riguarda la talea credo che il fattore più limitante alla longevità sia la resistenza dell'apparato radicale alle condizioni del luogo, non tanto l'età del ramo, poiché un albero nato da seme in loco sarà più tollerante agli stress idrici oltre che alle sollecitazioni meccaniche del vento. Immagino che ad esempio un olivo nato da seme sul posto a parità di condizioni potenzialmente può avere una vita maggiore rispetto ad uno propagato per talea.

Queste sono le mie impressioni generali, ovviamente posso sbagliarmi; comunque è un argomento assolutamente vasto
Vasto e assolutamente interessante. Grazie per la risposta.

Sicuramente un portainnesto giovane allunga la vita di qualsiasi clone a piede franco. A meno che non sia un clone a sua volta. =D

Comunque noto che esistono molte discrepanze sull'aspettativa di vita medie delle piante. In questo ambito non ci sono molte certezze, purtroppo.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 7813
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Lory »

Non ci sono informazioni univoche poichè ci sono tante variabili in gioco.
Ti faccio un esempio per estremizzare: se chiedi qual è la vita di un ciliegio da frutto posso darti due risposte entrambe corrette benchè fra loro contradditorie ovvero 8 anni o 80.
Se prendi una varietà innestata su Gisela5 in impianto superintensivo con 1,5m sull'interfila allora la pianta inizierà a produrre già dal 2° anno dall'impianto e probabilmente verrà estirpata dopo 6-7 anni poichè esausta e non più produttiva .
Se prendi un semenzale di ciliegio ma anche un ciliegio innestato su piede franco e adeguatamente curato, probabilmente inizierà a produrre dopo 5-6 anni dall'impianto e passerà a miglior vita dopo vari decenni ed essere diventato l'alberone del nonno.
Non è che non ci sono certezze, è semplicemente che ci sono molte risposte in dipendenza delle condizioni al contorno.
Lorenzo
Avatar utente
Arbalest
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:57
Provincia: Torino

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Arbalest »

Lory ha scritto: giovedì 22 febbraio 2024, 9:40 Non ci sono informazioni univoche poichè ci sono tante variabili in gioco.
Ti faccio un esempio per estremizzare: se chiedi qual è la vita di un ciliegio da frutto posso darti due risposte entrambe corrette benchè fra loro contradditorie ovvero 8 anni o 80.
Se prendi una varietà innestata su Gisela5 in impianto superintensivo con 1,5m sull'interfila allora la pianta inizierà a produrre già dal 2° anno dall'impianto e probabilmente verrà estirpata dopo 6-7 anni poichè esausta e non più produttiva .
Se prendi un semenzale di ciliegio ma anche un ciliegio innestato su piede franco e adeguatamente curato, probabilmente inizierà a produrre dopo 5-6 anni dall'impianto e passerà a miglior vita dopo vari decenni ed essere diventato l'alberone del nonno.
Non è che non ci sono certezze, è semplicemente che ci sono molte risposte in dipendenza delle condizioni al contorno.
Scusami, forse non ho ben capito. Un portainnesto vigoroso fa fruttificare in tempi più brevi e con maggior produttività ma accorcia la vita dell'innesto?
Avatar utente
Lory
Messaggi: 7813
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Lory »

No, il contrario!
E' un portainnesto nanizzante che accelera la messa a frutto ma anche la senescenza della pianta
Lorenzo
Avatar utente
Arbalest
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:57
Provincia: Torino

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Arbalest »

Lory ha scritto: venerdì 23 febbraio 2024, 9:23 No, il contrario!
E' un portainnesto nanizzante che accelera la messa a frutto ma anche la senescenza della pianta
Grazie per la risposta, adesso comincio a capire un paio di cose.

Secondo te cosa succede se si mette a dimora un albero col punto di innesto molto sotto la terra? Col tempo la pianta creerà radici proprie indipendenti dal portainnesto nanizzante aumentando la longevità?
FedeF
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 3 gennaio 2024, 18:43
Provincia: Asti
Località: Elevazione:250m.s.l.m
Esposizione:sud-ovest
Suolo: sabbioso, argilloso e misto dei due; ex vigneto
USDA Hardiness Zones: 9b

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da FedeF »

Arbalest ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 22:40 Secondo te cosa succede se si mette a dimora un albero col punto di innesto molto sotto la terra? Col tempo la pianta creerà radici proprie indipendenti dal portainnesto nanizzante aumentando la longevità?
Io ne dubito, il punto di innesto potrebbe essere una via di ingresso di patogeni se a contatto perenne con l'umidità del terreno. Poi dipende di che pianta si sta parlando: riprendendo il ciliegio citato da Lory credo non riesca a radicare dal punto d'innesto; d'altro canto fico, melo cotogno sì. Conta comunque che l'innesto si fa generalmente per fornire a piante con una produzione interessante un apparato radicale più forte di quello che avrebbero se propagate per via agamica.
Avatar utente
Arbalest
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 7 febbraio 2024, 19:57
Provincia: Torino

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Arbalest »

FedeF ha scritto: domenica 25 febbraio 2024, 12:33
Arbalest ha scritto: sabato 24 febbraio 2024, 22:40 Secondo te cosa succede se si mette a dimora un albero col punto di innesto molto sotto la terra? Col tempo la pianta creerà radici proprie indipendenti dal portainnesto nanizzante aumentando la longevità?
Io ne dubito, il punto di innesto potrebbe essere una via di ingresso di patogeni se a contatto perenne con l'umidità del terreno. Poi dipende di che pianta si sta parlando: riprendendo il ciliegio citato da Lory credo non riesca a radicare dal punto d'innesto; d'altro canto fico, melo cotogno sì. Conta comunque che l'innesto si fa generalmente per fornire a piante con una produzione interessante un apparato radicale più forte di quello che avrebbero se propagate per via agamica.


Ho capito, tutto chiaro. Sono contento di aver trovato questo forum. Sto imparando molto, grazie a tutti. :D
Avatar utente
Lory
Messaggi: 7813
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Longevità Alberi Da Frutto

Messaggio da Lory »

Prego, tutti impariamo dal forum ;)
Lorenzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite