Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Frutti del bosco a clima temperato e freddo, e della macchia mediterranea, e frutta "secca".
FoodStories
Messaggi: 349
Iscritto il: sabato 2 gennaio 2021, 17:15
Provincia: Firenze

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da FoodStories »

non saprei @JoPalm il seme proviene da un bosco qui vicino, non so se siamo presenti ibridi eurogiapponesi.
le altre nate dalle stesse castagne, sono senza foglie.
JoPalm
Messaggi: 1229
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da JoPalm »

Forse è una caratteristica di alcuni semenzali giovani,da me ancora hanno le foglie alcuni. Bisognerebbe vedere in età adulta.
FoodStories
Messaggi: 349
Iscritto il: sabato 2 gennaio 2021, 17:15
Provincia: Firenze

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da FoodStories »

Eh si probabilmente è una caratteristica genetica.
JoPalm
Messaggi: 1229
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da JoPalm »

Secondo voi si riesce a far fruttificare un castagno o un marrone innestato o franco mantenendolo nel vaso?
JoPalm
Messaggi: 1229
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da JoPalm »

@Figu ho integrato con altre varietà.
Adesso quindi ho Maraval, Bouche de Betizac, Precoce Migoule, Belle Epine,Marrone di Susa, Marrone di Viterbo, Marrone di Chiusa Pesio, castagno Garrone Rosso.
Sono indeciso se prendere altri marroni Europei o castagne i ibridi. O qualcosa per impollinare meglio il tutto.
Tu di questi quale ibrideresti?
Queste piante che ho sono innestate con micro innesto su cotiledone. Le altre più grandi che già avevo normale innesto , una di queste ultime invece l'ho trovata su clonale selezionato che a detta di chi me le ha vendute è molto più resistente alle malattie.
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4575
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da Iaia »

Come si farà a fare un 'micro innesto su cotiledone'? Con lente e pinzetta?
Avatar utente
Figu
Messaggi: 1993
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2015, 17:37
Provincia: Cagliari
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da Figu »

JoPalm ha scritto: giovedì 15 febbraio 2024, 18:44 @Figu ho integrato con altre varietà.
Adesso quindi ho Maraval, Bouche de Betizac, Precoce Migoule, Belle Epine,Marrone di Susa, Marrone di Viterbo, Marrone di Chiusa Pesio, castagno Garrone Rosso.
Sono indeciso se prendere altri marroni Europei o castagne i ibridi. O qualcosa per impollinare meglio il tutto.
Tu di questi quale ibrideresti?
Queste piante che ho sono innestate con micro innesto su cotiledone. Le altre più grandi che già avevo normale innesto , una di queste ultime invece l'ho trovata su clonale selezionato che a detta di chi me le ha vendute è molto più resistente alle malattie.
Complimenti!
Hai intenzione di sperimentare con le ibridazioni?
Non saprei, userei sicuramente il Belle épine come padre.
Purtroppo con gli ibridi è difficile intuire quali saranno le caratteristiche ereditate, soprattutto quando si usano piante che sono a loro volta ibridi.

Per dire: l'anno scorso mi sono messo in testa di provare a fare degli ibridi di rosa per curiosità.
Avevo in mente di creare ibridi con specie selvatiche in modo da ottenere piante che fossero vigorose e resistenti e invece da quegli incroci fra domestico e selvatico ho ottenuto delle piante estremamente deboli e che sono tutte rimaste rachitiche e sono state uccise dal mal bianco.
Paradossalmente, fra le decine di piantine, quella più forte e resistente, l'unica che è sopravvissuta, l'ho ottenuta da due genitori malaticci e deboli.
Questo per dire che è molto difficile (a meno che non lo si faccia di professione o si sia ferrati in genetica vegetale) per l'amatore ottenere qualcosa di buono da incroci mirati spesso si hanno molte più chanches seminando semi ottenuti da impollinazioni casuali.
JoPalm
Messaggi: 1229
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da JoPalm »

Si giusto almeno una volta volevo provare,ora che sono piccoli e posso arrivare ai fiori. Con le rose pure io scarsi risultati... Da rose belle sono nate delle piante che praticamente avevano spine ogni millimetro,tante da sembrare un tronco di spine e non di corteccia :oops:
Avatar utente
Figu
Messaggi: 1993
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2015, 17:37
Provincia: Cagliari
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da Figu »

Si si, prova che non costa nulla e magari riesci a selezionare qualcosa che si adatti bene al clima.
JoPalm
Messaggi: 1229
Iscritto il: venerdì 11 marzo 2022, 13:53
Provincia: Cosenza
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Castagno da seme (ibrido eurogiapponese F2)

Messaggio da JoPalm »

La varietà Bouche leggo ad alcune parti che non è completamente assente di polline ma scarso ... I Marroni Europei invece mi pare siano completamente assenti. Potrei usare Bouche come padre ed un arrone europeo come madre?
Oppure usare una castagna come padre e Bouche come madre? La nota positiva della varietà Bouche è la resistenza ad alcune malattie e la pezzatura dei frutti. Di contro rispetto ad un marrone europeo è la qualità della polpa e la facilità della pelatura. Inoltre i marroni Europei dovrebbero ,se non erro, conservarsi meglio nei giorni a seguire,deperisce più tardi.
Ho letto di alcune prove che hanno fatto tra ibridi e marroni o castagne. Sembra che le caratteristiche siano o uguali o poco poco inferiore dei genitori o anche in alcuni casi superiori. Quindi rafforza il tuo esperimento della discussione. L'importante è cercare di isolare il polline in modo da non essere impollinati da castagne scadenti o selvatiche. Stessa cosa non avrebbe senso o comunque poco senso ibridare due castagne,già partono un pelino dietro come voto totale, si rischia di averne ancora più piccole o davvero difficile pelatura. Usando ibridi e marroni già si parte ad un livello superiore,anche solo usando uno dei genitori e però come minimo una castagna di alta qualità,non usa spontanea. Per questo volevo capire se in vaso possano fiorire ed in quanto tempo. In questo modo sarebbe più semplice isolare tutta la pianta o i rami ad altezza d'uomo e pure tenendoli vicino casa.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti