Ricetta per Khao tom mad (dolcetti di riso e cocco alla banana cotti nelle foglie di banana)

Come usare i nostri raccolti in cucina: ricette a base di frutta.
Rispondi
Avatar utente
Pancrazio
Messaggi: 7280
Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 22:56
Provincia: Firenze
Località: Firenze Città e Casentino
Zona USDA: 8b

Ricetta per Khao tom mad (dolcetti di riso e cocco alla banana cotti nelle foglie di banana)

Messaggio da Pancrazio »

E' un po' ironico aprire la sezione di ricette di FruttAma con una ricetta che non prevede alcun frutto autoprodotto. Comunque in questo periodo ho un bel numero di foglie di banana che stanno per essere distrutte dal gelo, e mentre le vedo ancora sane e splendenti mi chiedo sempre come usarle, visto che utilizzandole a questo punto dell'anno non si fa un gran danno alla pianta, e ci sono diverse ricette che richiedono foglie di banana che sono mercepiuttosto rara dalle mie parti (quelle delle varietà commestibili). E insomma, non sapendo ancora se mangerò mai dei frutti dai miei banani, nel frattempo cerco di usare i sottoprodotti come posso!
Per questa ricetta ho usato una foglia di dwarf namwah.

La ricetta in se è molto semplice; gli ingredienti sono:

240gr di riso glutinoso
400ml di latte di cocco
4 cucchiai di zucchero
un pizzico di sale
1 platano maturo.

La ricetta originale fa anche ampio uso di fagioli rossi, ma per semplicità (e onestamente perché non mi piace l'idea di un piatto dolce con i fagioli) io li ho omessi. Se qualcuno vuole provare, 80 grammi di fagioli secchi, ammollati e cotti, dovrebbero bastare.

Per prima cosa si prende il riso glutinoso e si lascia in ammollo per un'ora.
Dopo quest'ora si scola dall'acqua e si mette in una pentola antiaderente con il latte di cocco, il sale, lo zucchero e si porta a ebollizione. Si lascia cuocere per 15 minuti, girando spesso: la consistenza diventerà piuttosto compatta e appiccicosa. Si lascia raffreddare.

Da un'altra parte si preparano le foglie di banana. Per prima cosa si elimina la nervatura centrale,

Immagine

e così facendo si ottengono due lunghe strisce di foglia di banana.

Immagine

Poi si procedere al lavaggio (io credo che disponendo di spazio, il lavaggio sia più facile a farsi sulla foglia intera, ma io ero un po' stretto con gli spazi ed ho trovato più facile lavare la foglia già lavorata). Dopo aver lavato si prende il riso cotto nel latte di cocco e si adagia sulla foglia,

Immagine

si mette il platano (in questo caso si trattava di una Dwarf Puerto Rican, credo)

Immagine

Si chiude a fagotto e si mette nel cestello per la cottura la vapore

Immagine

Ho provato diversi modi di chiudere, e sinceramente seguire il verso dell'apertura della foglia "a sigaro" mi è sembrato il più efficiente, ma non credo sia il verso usato da chi questa ricetta la sa fare davvero!
Riempito il cestello si fa cuocere a vapore per un'ora. Dopo un'ora si può tirare fuori il dolcetto:

Immagine

Che risulta perfettamente cotto, platano interno compreso:

Immagine

Immagine

Immagine

Personalmente li ho provati caldi e freddi ma li preferisco freddi perché nel raffreddare mi sembra acquisiscano un po' di più la sottile fragranza delle foglie di banano. Il costo del piatto è estremamente limitato (io ho pagato tutto 2 euro e 90, ci si fanno 5-8 porzioni) è qualcosa di esotico e piacevole. Per chi interessa c'é da notare che è un piatto completamente di origine vegetale (vegano) e completamente senza glutine (glutinoso del riso non si riferisce al contenuto di glutine!) sebbene non sia proprio a km 0...
Quello che non si condivide, si perde.
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite