Pagina 1 di 1

Progetto Zucca, giochiamo con i geni :)

Inviato: giovedì 10 ottobre 2019, 14:24
da vreiss
Ciao a tutti vi racconto questa mia idea pazzerella che nasce più dalla voglia di giocare e "scoprire" cose nuove che dalla speranza di un effettivo successo...
L'idea è quella di incrociare diverse varietà di zucca al fine di ottenerne una nuova che abbia della caratteristiche interessanti e sia heirlooom ovvero non ibrida, riproducibile cioè semplicemente piantando i semi autoimpollinati di una pianta genitrice (o di due piante diverse appartenenti alla stessa varietà).
La zucca in questione che già vive nella mia testa (ma purtroppo solo lì :lol: ) è una simil Hokkaido (aka Uchiki Kuri/red Kuri) con sviluppo cespuglioso anziché strisciante. Il vantaggio di un abito cespuglioso è quello di occupare meno spazio rendendo la zucca facilmente coltivabile in vaso oppure incrementando la densità di impianto in campo aperto o anche solo occupare meno spazio nell'orto.
Le caratteristiche che questa zucca dovrebbe avere sono dunque:
  • Abito cespuglioso;
  • Colore Rosso/Arancio;
  • Piccole dimensioni (intorno al chilo e mezzo);
  • Forma tondeggiante come le zucche tipo delica;
  • Buona produttività;
  • Spiccato sapore di "castagne";
Una zucca simile già esiste ovvero la Sweet Mama che però è di colore verde scuro ed è un ibrido F1 (in pratica è una delica con abito cespuglioso).
Posto che non esiste nessuna necessità concreta nel creare una zucca del genere, che è un progetto che richiederà diversi anni e che l'unica motivazione seria che mi ha spinto a metterlo in pratica è la mia curiosità vi spiego come ho deciso di agire.
Innanzitutto mi sono procurato dei buoni semi di zucca Hokkaido (Cucurbita maxima). Successivamente ho dovuto individuare una seconda zucca che avesse caratteristiche simili alla Hokkaido ma con abito cespuglioso... mica facile!
A differenza delle zucchine l'abito cespuglioso nelle zucche pare sia merce molto rara, almeno per le varietà più comuni. Hanno questo abito alcune varietà di zucca acorn (Cocurbita pepo) alcune butternut (Cocurbita moschata) mentre per la Cocurbita maxima ci sono alcuni ibridi tipo delica (come la sopracitata Sweet Mama). L'unica zucca C. maxima non f1 che sono riuscito a trovare è la zucca Golden Nugget.
In realtà sono stato molto fortunato perchè la zucca golden nugget si sposa molto bene con l'idea che avevo in mente. Si tratta di una zucca piccola (circa 700g) dall'abito spiccatamente cespuglioso, con frutti color giallo oro che virano all'arancio a maturazione. Anche la forma ricorda molto la Hokkaido. Inoltre è una zucca molto precoce e con tempi di maturazione piuttosto contenuti.
goldnugget3.jpg
goldnugget3.jpg (32.81 KiB) Visto 231 volte
Zucca Golden Nugget (foto non mia)


Zucca-di-Hokkaido.jpg
Zucca-di-Hokkaido.jpg (26.56 KiB) Visto 231 volte
Zucca Hokkaido (foto non mia)

A differenza della Hokkaido questa zucca non ha lo stesso sapore di castagne ed ha dimensioni un pò troppo piccole. Ho deciso dunque di incrociarle. Il gene responsabile degli internodi corti è il gene Bu ed è un gene a dominanza incompleta
"Bush growth habit has been considered to be conditioned by a single incompletely dominant gene in both C.pepo and C.maxima (Shifriss,1947; Denna & Munger, 1963) and the symbol Bu has been assigned to this gene"
Per chi non mastica genetica mendeliana cito wikipedia
In genetica, si parla di dominanza incompleta, quando nessuno dei due alleli (per un carattere) è dominante sull'altro. Il fenotipo manifestato dall'eterozigote è un fenotipo intermedio tra quelli dei due omozigoti.
Questo vuol dire che la zucca Hokkaido (dal portamento strisciante) sarà omozigote "strisciante" mentre la zucca Golden Nugget sarà omozigote "cespugliosa". Incrociando le due zucche avremo una generazione F1 eterozigote che a causa della dominanza incompleta presenterà un aspetto a metà strada fra strisciante e cespuglioso, ovvero internodi nè troppo corti nè troppo lunghi.
Questo è infatti quello che ho potuto effettivamente riscontrare nella mia generazione F1. Tuttavia quello che non mi aspettavo è che tutte le zucche F1 sembravano sterili. In realtà per ragioni di spazio ne avevo piantate poche (una ventina), troppo poche per condurre seriamente un esperimento di questo tipo ma come ho premesso si tratta solo di un gioco amatoriale per cui non mi sono posto il problema. Fortunatamente quando ormai non ci speravo più una delle zucche è riuscita a produrre qualche frutto.
z1.jpg
z1.jpg (88.8 KiB) Visto 231 volte
z2.jpg
z2.jpg (86.15 KiB) Visto 231 volte
z3.jpg
z3.jpg (85.77 KiB) Visto 231 volte
Ohibò! I conti avrei dovuto farli anche con gli altri caratteri. Ho dato per scontato che incrociando due zucche rosso-arancio avrei ottenuto una generazione rosso-arancio, ma mi sbagliavo! In effetti questo colore verde immagino possa venire dalla Hokkaido che rientra nello stesso gruppo delle delica in cui questo tipo di verde è molto comune, e la Hokkaido stessa nelle prime fasi di sviluppo del frutto presenta un tipico colore verde mentre la Golden Nugget presenta un frutto giallo oro nelle prime fasi di sviluppo
GN.jpg
GN.jpg (90.4 KiB) Visto 231 volte
una delle Golden Nugget genitrici non ancora matura
Le dimensioni e la forma invece ricordano moltissimo la GN piuttosto che la Hokkaido. Ora non mi resta che assaggiarla sperando che il sapore di castagne si sia conservato...
Prossimi step per l'anno prossimo saranno invece verificare (spero) la vitalità e non sterilità dei semi, e piantare un buon numero di questi semi per ottenere una F2. Di questa generazione le piante attese (ammesso che i semi siano vitali e non sterili) con portamento cespuglioso saranno 1/4 del totale. Dovrò dunque selezionare fra queste quelle che eventualmente presenteranno altre caratteristiche fra quelle ricercate. A presto per aggiornamenti :geek:

Re: Progetto Zucca, giochiamo con i geni :)

Inviato: venerdì 11 ottobre 2019, 0:05
da Lory
Non sono esperto di zucche ma il tuo esperimento è veramente interessante, per fortuna che le generazioni di questa specie sono più ravvicinate che quelle diciamo di un noce altrimenti faresti la barba bianca :P

Re: Progetto Zucca, giochiamo con i geni :)

Inviato: venerdì 11 ottobre 2019, 17:29
da vreiss
Grazie, beh fosse stato un noce sarebbe stato impossibile ma anche così ci vorranno un po'di anni :)

Re: Progetto Zucca, giochiamo con i geni :)

Inviato: lunedì 21 ottobre 2019, 19:36
da Beppe
ciao @vreiss
la zucca che hai ottenuto, con le venature chiare, assomiglia vagamente a quella di Piozzo, che sono quelle piccole sotto che vedi nella foto del mio raccolto stagionale

la conosci? anch'essa è piccola , e può essere verde fino ad avere note di arancio, cercala su internet

fanno una fiera dedicata alle zucche se sei appassionato, solo che si è appena svolta

Re: Progetto Zucca, giochiamo con i geni :)

Inviato: giovedì 24 ottobre 2019, 12:49
da vreiss
Ciao @Beppe,
Beh si conoscevo la fiera ma non la zucca, probabilmente un giorno mi farò un giro con una mia zucca ;) . Quei colori sono tipici delle zucche tipo Kabocha o Hubbard come la delica, sweet mama, uchiki kuri, blu kuri, buttercup ecc. quindi non mi sorprende, probabilmente anche questa zucca di Piozzo deriva da una di queste. Il sapore di queste zucche per altro è eccezionale. Il mio intento tuttavia è, mantenendo le ottime qualità organolettiche delle zucche progenitrici, quello di ottenere una zucca arancio/rossa perché è più attrattiva, e soprattutto un portamento cespuglioso. :)