Frutta urbana

Segnalazioni di eventi legati alla frutticoltura: conferenze, mostre, mercatini, raduni.
Rispondi
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 2974
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
Zona USDA: 8a

Frutta urbana

Messaggio da Iaia »

Non è propriamente un evento, ma un fenomeno che si sta diffondendo in alcune città.

Per vedere i link effettua il login! - Please Login to see links!
Avatar utente
Sherwood2
Messaggi: 2009
Iscritto il: martedì 20 ottobre 2015, 15:10
Provincia: Milano
Località: Hinterland nord est

Re: Frutta urbana

Messaggio da Sherwood2 »

Iaia ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 16:26
Non è propriamente un evento, ma un fenomeno che si sta diffondendo in alcune città.

Per vedere i link effettua il login! - Please Login to see links!
E menomale !
Il viale che conduce a casa mia conta moltissimi alberi di mele, ma ho visto a Lodi un sacco di alberi di cachi vaniglia... speriamo che questa usanza si diffonda il piu' possibile, per quanto mi riguarda, io incentiverei frutteti e orti comunali
Avatar utente
ANGELO
Messaggi: 426
Iscritto il: sabato 21 novembre 2015, 18:42
Provincia: Milano
Località: NordOvest Milano
Zona USDA: 8a

Re: Frutta urbana

Messaggio da ANGELO »

scusate , ma mi sembra un'enorme cazzata :

"....Si tratta sempre di coltivazioni biologiche perché la buccia protegge dall’inquinamento "
Per vedere i link effettua il login! - Please Login to see links!


[img]Per vedere i link effettua il login! - Please Login to see links![/img]
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 2974
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
Zona USDA: 8a

Re: Frutta urbana

Messaggio da Iaia »

Si, l'ho letto anch'io e mi ha dato da pensare, però è anche vero che qualcuno ha provato a far analizzare le verdure cresciute in riva al Lambro in città ( e bagnate con l'acqua presa dal fiume) e sono risultate 'pulite'. Per chi ha presente il Lambro sembra davvero incredibile.
Avatar utente
Pancrazio
Messaggi: 7465
Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 22:56
Provincia: Firenze
Località: Firenze Città e Casentino
Zona USDA: 8b

Re: Frutta urbana

Messaggio da Pancrazio »

Nella rizosfera (zona assobente della radice) i secreti radicali danno origine ad una flora batterica estremamente ricca e differenziata, e per gran parte inesplorata. Questi batteri, e i composti chimici secreti dalle radici, uccidono i virus, fanno precipitare o compleassano i metalli pesanti, uccidono i patogeni, decompongono o immobilizzano i (fito)farmaci e le sostanze inquinanti, ed in un senso ampio, "puliscono" tutto quello con cui vengono a contatto. E' chiaramente una capacità limitata e che si estrinseca meglio in certi ambiti, ma è ampiamente dimostrata, e alla base della "fitodepurazione".
Non è impossibile che i frutti siano sani davvero se la pianta è sana.
Quello che non si condivide, si perde.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 3659
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
Zona USDA: 9a

Re: Frutta urbana

Messaggio da Lory »

SOlo due commenti:

1- ceetamente i frutti di aree urbane saranno da sbucciare/lavare con accortezza ma è sempre meglio una mela colta da un albero del centro di Milano che un hamburger di mac donald's

2- mi sembra una buona iniziativa, qua a Modena capita spesso di vedere per esempio alberi di ciliegio inselvatichiti e carichi di frutti deliziosi che nessuno nemmeno guarda poi le stesse ciliegie sono in vendita a 5-6 €/kg nel supermercato di fronte :lol:
Lorenzo
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 2974
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
Zona USDA: 8a

Re: Frutta urbana

Messaggio da Iaia »

I parchi di Milano sono pieni di amelanchier ( parco Sempione, cascina Rosa) gelsi ( cascina Rosa) noccioli ( largo marinai), nespoli ovunque nelle aiuole curate dai privati, crabapple di ogni forma e colore ( parco Lambro) noce nero ( piazzale Libia) , ponciri ( via Pacini) ciliegi (piazzale di fronte facoltà di architettura) chaenomeles ovunque.Questo solo per citare i primi che mi vengono in mente. Ogni città ha i suoi tesori...

@Pancrazio , I processi che avvengono intorno alla rizosfera e le trasformazioni operate dai batteri, inevitabilmente ricordano l'attività dei microrganismi effettivi ( EM) indagati da Teruo Higa, che però funzionano solo quando sono in prevalenza. Ho provato ad usarli, ci vuole molta costanza, ma ho visto piante di pomodoro che si stavano ammalando tornare in perfetta salute
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite