Nashi su pyrus calleryana

Frutticoltura in generale e piante da frutto di comune coltivazione in Italia: per parlare delle piante da frutto rare e antiche. È la sezione principale del forum, dedicata a tutti gli aspetti della frutticoltura amatoriale in Italia. I frutti esotici non tropicali vanno in questa sezione.
Avatar utente
hereistay
Messaggi: 3135
Iscritto il: domenica 31 luglio 2016, 20:44
Provincia: Chieti
Località: Tollo
USDA Hardiness Zones: 9a

Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da hereistay »

Dopo tre anni sono finalmente riuscito ad acquistare alcuni portinnesti di pyrus calleryana su cui vorrei innestare alcune varietà di nashi.
Purtroppo i portinnesti, che dovevano essere da almeno 8mm, sono in realtà tra i 4mm e i 6 mm.
Alcune di queste piante le ho già messe a dimora e sono indeciso se innestare o attendere almeno l'anno prossimo in modo tale che il diametro aumenti.
Voi consigliate di innestare subito o attendere la prossima primavera?
Allegati
IMG_20240210_171141.jpg
IMG_20240210_171141.jpg (91.22 KiB) Visto 210 volte
Avatar utente
Thomasdelgreco
Messaggi: 2982
Iscritto il: sabato 12 maggio 2018, 20:25
Provincia: Caserta
Località: Gioia sannitica
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Thomasdelgreco »

Non c’è nessun problema a innestarli di queste dimensioni , a patto che tu abbia le marze di un giusto spessore e anche nel caso siano grosse si può aggirare il problema .
Poi se non hai fretta potresti metterle a dimora e aspettare il
Prossimo anno in modo che hai una bella spinta il prossimo anno . Non c’è una scelta sbagliata
Avatar utente
Lory
Messaggi: 7813
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Lory »

@Thomasdelgreco come aggiri il problema del nesto più grosso del portainnesto?
Mi interessa molto la cosa, io a parte l'innesto a Z sperimentato sugli agrumi non avrei idea di come procedere
Lorenzo
Avatar utente
Thomasdelgreco
Messaggi: 2982
Iscritto il: sabato 12 maggio 2018, 20:25
Provincia: Caserta
Località: Gioia sannitica
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Thomasdelgreco »

L innesto a z è quello che va x la maggiore ma alla fine va beve anche un semplice innesto a spacco , del resto la situazione non è diversa da quella di un portainnesto più grande del nesto , la congiunzione avviene solo da un lato e resta un po’ di sporgenza che poi piano piano sparirà . Per approssimazione ecc ecc o . Bisogna ingegnarsi basta che combaci ciò che deve anche nei modi più strani.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 7813
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Lory »

Se ne capiterà l'occasione proverò anche se a spacco faccio veramente pena :?
Lorenzo
Avatar utente
Eclissato
Messaggi: 1084
Iscritto il: venerdì 25 agosto 2017, 19:29
Provincia: Perugia
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Eclissato »

È realmente necessario ricorrere al calleryana? Alla fine i nashi li ho innestati su peri selvatici e hanno preso benissimo, son più problematici i peri su cotogno per la mia esperienza :oops:
Poi magari non mi sono imbattuto su cultivar strane eh… però alla fine mi verrebbe da dire che siamo più noi a crearci problemi per il nashi che la compatibilità genetica…
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4621
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Iaia »

Anni fa avevo innestato, giusto per fare una prova e vedere se tutte le varietà di nashi fossero incompatibili allo stesso modo ,- quattro varietà diverse su un cespuglio di cotogno. Non sono cresciuti molto e tendono comunque a comportarsi come un pero su cotogno, nel senso che c'è poca crescita e molte gemme a fiore. Insomma, passano gli anni ma loro sono sempre lì, producono anche, sempre in proporzione alla loro taglia ovviamente, tre quattro frutti per ramo, però vanno avanti.
Ho fatto la stessa prova con un pero Williams, che è dato come incompatibile con il cotogno. Anche lui è rimasto piuttosto nano, poco più di un metro, e sta diventando cespuglioso. Quest'anno è tutto una gemma a fiore. Può darsi che prima o poi la disaffinità si faccia sentire, ma comunque al momento anche lui prosegue indisturbato.
Avatar utente
Eclissato
Messaggi: 1084
Iscritto il: venerdì 25 agosto 2017, 19:29
Provincia: Perugia
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Eclissato »

Con me al terzo anno si è fatta sentire la disaffinità col cotogno 😣
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4621
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Iaia »

Eclissato ha scritto: venerdì 16 febbraio 2024, 12:32 Con me al terzo anno si è fatta sentire la disaffinità col cotogno 😣

Intendi il pero che hai perso? Poi bisogna vedere i motivi. È seccato solo l'innesto o è morta tutta la pianta per siccità o altro?
Avatar utente
Thomasdelgreco
Messaggi: 2982
Iscritto il: sabato 12 maggio 2018, 20:25
Provincia: Caserta
Località: Gioia sannitica
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Nashi su pyrus calleryana

Messaggio da Thomasdelgreco »

Per la disaffinità sul cotogno bisogna essere più precisi , cioè bisognerebbe sapere di che cotogni si parla perché la disaffinità è varia in base alle cultivar (sia del nesto che del portainnesto)anche col classico pero europeo vale lo stesso discorso .spesso c’è una disaffinità parziale che non è detto porti alla morte ma si ha un punto dell innesto fragile e una vigoria più stentata.
In ogni caso per i pyrifolia sarebbe meglio evitare il cotogno perché la vigoria si riduce davvero troppo e risulta complicata la gestione successiva, certo si potrebbe sempre usare un intermedio se si vuole usare il cotogno .
Per certi versi han una compatibilità migliore col biancospino rispetto a buona parte dei peri europei.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Echtelion, giovalx, Roby e 3 ospiti