Diospyros e metaxenia

Frutticoltura in generale e piante da frutto di comune coltivazione in Italia: per parlare delle piante da frutto rare e antiche. È la sezione principale del forum, dedicata a tutti gli aspetti della frutticoltura amatoriale in Italia. I frutti esotici non tropicali vanno in questa sezione.
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4360
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Diospyros e metaxenia

Messaggio da Iaia »

La premessa è che ho più varietà di diospiro tutte vicine. In un raggio di dieci metri ci sono kaki tipo, kaki comprato come hana fuju ma sarà altro, comunque è kaki e ha tre rami innestati con jiro, poi una grande pianta di kaki cioccolatino e a completare il boschetto di diospiri un virginiana meader. Dal prossimo anno ne fioriranno altri, ma per il momento sono questi.
La stranezza è che il cioccolatino, che già di suo ha molto polline, ogni anno stupisce con frutti di forme molto diverse, tanto da chiedersi se queste possano derivare da metaxenia, quindi da fecondazione con pollini diversi provenienti dalle piante vicine. Dopo aver notato lo scorso anno alcuni kaki molto piccoli a forma di lampadina, quest'anno è apparso il primo cioccolatino senza semi ( di solito ne è pieno) e con polpa arancione e non scura, e un altro frutto schiacciato e costoluto, simile a meader o forse a jiro. Dalla foto non si vede, ma il frutto in oggetto è molto schiacciato rispetto alla maggior parte degli altri cioccolatino.
Ora...ho tenuto i semi, anche loro piuttosto diversi da quelli della maggior parte dei cioccolatino, e sarei tentata di seminarli se davvero questo frutto fosse frutto di un incrocio kaki x virginiana. Che dite?




A confronto un frutto di jiro ( in alto) un cioccolatino ( a destra) e il cioccolatino anomalo ( a sinistra). Non ho più meader, ma la forma sarebbe simile a quest'ultimo, solo più piccolo.

.
IMG_20221026_155510.jpg
IMG_20221026_155510.jpg (42.77 KiB) Visto 150 volte
.

Il frutto di cioccolatino anomalo e i suoi semi ( sotto), semi di cioccolatino di forma regolare ( a sinistra) e di jiro ( a destra) quelli di meader sarebbero più simili a quelli di jiro.

.
IMG_20221027_152936.jpg
IMG_20221027_152936.jpg (50.04 KiB) Visto 150 volte
.
Arhus76
Messaggi: 717
Iscritto il: domenica 18 agosto 2019, 12:05
Provincia: Estero (Outside Italy)
Località: France
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Arhus76 »

Non vedo dove sia il tuo problema... Probabilmente non ho capito, soprattutto perché le altre varietà vicine non hanno fiori maschili. L'idea dell'impollinazione incrociata non mi sembra giustificata, soprattutto perché il polline del cachi non va lontano.
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4360
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Iaia »

Grazie @Arhus76 , quindi l'unica pianta con polline è il cioccolatino? Da quando fiorisce quasi tutti i kaki tipo hanno polpa scura.

Comunque non c'è nessun problema. Solo se fosse possibile un cioccolatino fecondato da meader pianterei i semi.
Avatar utente
Figu
Messaggi: 1835
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2015, 17:37
Provincia: Cagliari
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Figu »

Molto interessante @Iaia .
Molto probabilmente é impossibile ottenere ibridi di virginiana x kaki o viceversa ma è certamente possibile l'incrocio con gli ibridi già esistenti (es: Rosseyanka e altri, reincrociati con una delle due specie parentali).
Arhus76
Messaggi: 717
Iscritto il: domenica 18 agosto 2019, 12:05
Provincia: Estero (Outside Italy)
Località: France
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Arhus76 »

@Iaia È possibile impollinare il cachi asiatico da Virginiana. Ma nell'impollinazione aperta, senza esseri umani e con molti semi naturalmente, è improbabile. Anche Meader non produce molti fiori maschili. Per forzare la natura hai bisogno di un impollinatore maschio.
Per gli ibridi spesso serve anche un impollinatore per garantire un buon raccolto.
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4360
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Iaia »

Insomma, mi sembra di capire che se voglio ottenere un ibrido devo riuscire a trovare un fiore maschile di virginiana. Sono facilmente riconoscibili da quelli femminili? Ma se il kaki anomalo non si può ascrivere a un caso di metaxenia a cosa può essere dovuta una forma così inusuale per un frutto di cioccolatino?

Cercando in rete ho trovato qualche studio sulla metaxenia, alcuni molto vecchi, realizzati su mele, susine, lamponi e kaki. Sui kaki purtroppo c'era solo un accenno, ma lo studio sulle mele è davvero impressionante. A seconda del polline cambiano il peso del frutto, la colorazione della buccia, il contenuto di zuccheri.

La mela Topaz, impollinata da Golden delicious, ha colori completamente diversi.
Allegati
Screenshot_20221028_161118.jpg
Screenshot_20221028_161118.jpg (55.3 KiB) Visto 116 volte
Avatar utente
Thomasdelgreco
Messaggi: 2667
Iscritto il: sabato 12 maggio 2018, 20:25
Provincia: Caserta
Località: Gioia sannitica
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Thomasdelgreco »

Iaia ha scritto: venerdì 28 ottobre 2022, 16:07 Insomma, mi sembra di capire che se voglio ottenere un ibrido devo riuscire a trovare un fiore maschile di virginiana. Sono facilmente riconoscibili da quelli femminili? Ma se il kaki anomalo non si può ascrivere a un caso di metaxenia a cosa può essere dovuta una forma così inusuale per un frutto di cioccolatino?

Cercando in rete ho trovato qualche studio sulla metaxenia, alcuni molto vecchi, realizzati su mele, susine, lamponi e kaki. Sui kaki purtroppo c'era solo un accenno, ma lo studio sulle mele è davvero impressionante. A seconda del polline cambiano il peso del frutto, la colorazione della buccia, il contenuto di zuccheri.

La mela Topaz, impollinata da Golden delicious, ha colori completamente diversi.
È improbabile ottenere degli ibridi perché naturalmente non avvengono il primo è stato ottenuto con “altri mezzi”
Se vuoi fare qualcosa ho un paio di cultivar ibride che producono anche fiori maschili e con quelle puoi
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4360
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Iaia »

Grazie Thomas. Che varietà sono?
Avatar utente
Thomasdelgreco
Messaggi: 2667
Iscritto il: sabato 12 maggio 2018, 20:25
Provincia: Caserta
Località: Gioia sannitica
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Thomasdelgreco »

Iaia ha scritto: sabato 29 ottobre 2022, 8:54 Grazie Thomas. Che varietà sono?
Bozhiy Dar
Barbara’s Blush, Lehman’s Delight
Ricordo quali sono le due piante che fan fiori maschili ma non ricordo quali sono tra queste tre (devo andar a leggere il cartellino😅) con una piccola ricerca penso che la trovi la risposta prima che vada nel frutteto
Arhus76
Messaggi: 717
Iscritto il: domenica 18 agosto 2019, 12:05
Provincia: Estero (Outside Italy)
Località: France
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Diospyros e metaxenia

Messaggio da Arhus76 »

Non è esattamente corretto.
Il primo ibrido rivelato è stato il Rosseyanka 18, creato dall'ambriogenesi. Produceva solo fiori femminili. Ho ricevuto una mutazione maschile da Rosseyanka.
Da Rosseyanka, l'impollinazione ha potuto farlo più facilmente incrociandolo con fiori maschili di cachi asiatico e fiori maschili di Virginiana....
Così è stato creato il dono di Nikita, era una delle 12 varietà create in quel momento.

Allo stesso tempo, David Laverne negli Stati Uniti era convinto di poter ibridare direttamente Virginiana e kaki diospyros... Non so esattamente come facesse. È morto nel 2018. Nel periodo di prova ha fatto molti cross, ha dato i suoi semi a Cliff England. Era responsabile dello studio e della valutazione.
Ad esempio, ha attraversato Geneva Long con Hokaïdo.
Nel 2013, la maggior parte di queste varietà è stata uccisa da una grave ondata di freddo. Solo i più forti sono ancora vivi. La selezione continua e ogni anno vengono dichiarate nuove varietà.

Oggi i dilettanti, per semplicità, usano gli ibridi. Ma questo non significa che sia impossibile.
Gli studi sui pollini hanno mostrato differenze nei marcatori e nelle dimensioni tra Virginiana e cachi e fiori di loto... È come un gioco di abbinamento per bambini. A volte riusciamo a inserire una forma rotonda in un foro quadrato. questo è il primo passo.

Dopodiché, il seme deve essere vitale e la ploidia della pianta deve consentirle di riprodursi. La sterilità è comune negli ibridi. È per questo motivo che a volte siamo obbligati a duplicare il materiale genetico.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti