Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Frutticoltura in generale e piante da frutto di comune coltivazione in Italia: per parlare delle piante da frutto rare e antiche. È la sezione principale del forum, dedicata a tutti gli aspetti della frutticoltura amatoriale in Italia. I frutti esotici non tropicali vanno in questa sezione.
Avatar utente
aliv67
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2021, 21:55
Provincia: Brindisi
Località: Mesagne. Terreno situato in pianura 70mt. s.l.m.
Scarsissime precipitazioni.

Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da aliv67 »

Per meglio chiarire il quesito che pongo devo fare una piccola, doverosa e noiosa premessa:
Mio nonno, fin quando era in vita si vantava di aver pagato gli studi universitari di mio zio con i proventi di 3 alberi di albicocche.
Ora, sicuramente esagerava, da buon contadino amava vantarsi dei suoi prodotti e della fertilità della sua terra, ma posso direttamente testimoniare che i tre alberi in questione erano immensi e le albicocche di un gusto e profumo sensazionali. Ricordo ancora quando tornava da campagna con la sua 500 familiare carica di cassette e la folla dei vicini ad aspettarlo per comprare le famigerate albicocche.
Le albicocche erano a vista alquanto insignificanti, piccole e pallide con maturazione alquanto tardiva ma di un sapore assolutamente esagerato, un giusto connubio fra acidità, dolcezza e aromaticità anche se quello che colpiva di più era il profumo; bastavano tre albicocche mature per saturare di profumo una stanza...
Riguardo agli alberi, da quanto ho poi saputo, c'è da dire che mio nonno comprò quel pezzo di terra nel 1957 e gli alberi erano già grandi, l'ultimo dei tre è morto lo scorso anno e aveva un diametro del tronco di circa 50cm.
E ora veniamo alle note dolenti; naturalmente ho tentato di riprodurre gli alberi in un altro mio pezzo di terra innestando un po su tutto quello che mi capitava a tiro ma i frutti non sono come l'originale, ok il sapore ma il profumo latita alquanto e poi sono molto più grandi e "acquosi".
Da ricerche fatte in zona ho dedotto che le albicocche in questione siano molto vicine a "Albicocco di Galatone" Presidio Slow Food o un suo clone molto vicino e, leggendo il disciplinare si evince che bisogna innestare su mandorlo amaro (il che spiegherebbe anche la longevità della pianta) ma ci sto tentando da anni e noto una forte disaffinità che si manifesta dopo l'attecchimento (ho provato con vari semenzali).

E ora la domandona: la differenza dei frutti rispetto all'originale è da ricondurre al portainnesto o ad altri fattori tipo il terreno che pure è molto diverso?
Riporto foto dei frutti che sto raccogliendo ora.
Allegati
IMG_20220625_120924.jpg
IMG_20220625_120924.jpg (100.43 KiB) Visto 188 volte
IMG_20220625_120912.jpg
IMG_20220625_120912.jpg (108.83 KiB) Visto 188 volte
Avatar utente
Iaia
Messaggi: 4260
Iscritto il: domenica 26 novembre 2017, 16:38
Provincia: Pavia
Località: Coltivo a Milano città, in Liguria e nel Pavese, in pianura, a poche centinaia di metri dal Po
USDA Hardiness Zones: 8a

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da Iaia »

Ciao. Che bei racconti si nascondono dietro gli alberi dei nonni! Quando dici che hai innestato un po' su tutto cosa intendi? Semenzali di albicocco, mirabolano, mandorlo? Quelle della foto in particolare su cosa sono innestate?
Avatar utente
aliv67
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2021, 21:55
Provincia: Brindisi
Località: Mesagne. Terreno situato in pianura 70mt. s.l.m.
Scarsissime precipitazioni.

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da aliv67 »

Iaia ha scritto: venerdì 1 luglio 2022, 18:04 Ciao. Che bei racconti si nascondono dietro gli alberi dei nonni! Quando dici che hai innestato un po' su tutto cosa intendi? Semenzali di albicocco, mirabolano, mandorlo? Quelle della foto in particolare su cosa sono innestate?
Salve. Scusa per il ritardo con cui rispondo ma è stato un lungo fine settimana di...lavoro :x
Ho provato ad innestare su un portainnesti non ben identificato di pesco (un ricaccio dopo che la pianta era seccata), vigoria estrema ma dopo tre anni si è letteralmente "scollato".
IMG_20190711_102106.jpg
IMG_20190711_102106.jpg (242.09 KiB) Visto 141 volte
Su mirabolano le piante non decollano...
Su mandorlo amaro ho provato su vari semenzali autoprodotti. Ok attecchimento ma poi dopo circa un mese semplicemente muoiono.
I frutti in foto sono di piante innestate su altri albicocchi comprati da vivai famosi che si sono poi rivelati essere altro :evil:
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6338
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da Lory »

Su mirabolano le piante non decollano?? :shock:
Ma che tipo di terreno hai nella tua zona??
Se c'è una cosa di cui il mirabolano non è parco è proprio la vigoria che anzi tende ad essere talvolta perfino eccessiva!
Lorenzo
Avatar utente
aliv67
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2021, 21:55
Provincia: Brindisi
Località: Mesagne. Terreno situato in pianura 70mt. s.l.m.
Scarsissime precipitazioni.

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da aliv67 »

Lory ha scritto: mercoledì 6 luglio 2022, 15:17 Su mirabolano le piante non decollano?? :shock:
Ma che tipo di terreno hai nella tua zona??
Se c'è una cosa di cui il mirabolano non è parco è proprio la vigoria che anzi tende ad essere talvolta perfino eccessiva!
Ecco, il terreno è l'altra variabile che potrebbe condizionare la diversità dei frutti...
Ci capisco ben poco ma, così a vista, posso dire che si tratta di una terra rossa molto compatta con pietra che va da affiorante a circa 1mt. di profondità, falda acquifera a 70mt.
Gli alberi originari erano invece piantati su un terreno molto chiaro con pietra quasi inesistente e acqua a 5\6 mt (visibile dal pozzo sorgivo)
Su mirabolano ho vari tipi di susine e non danno problemi, almeno dopo i primi due anni "radicazione"
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6338
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da Lory »

il terreno può fare un'enorme differenza.
Onestamente non so se la varietà di albicocco di cui parli possa avere qualche tipo di disaffinità col mirabolano, normalmente ciò non accade e le piante sono molto vigorose
Lorenzo
Avatar utente
aliv67
Messaggi: 28
Iscritto il: lunedì 11 ottobre 2021, 21:55
Provincia: Brindisi
Località: Mesagne. Terreno situato in pianura 70mt. s.l.m.
Scarsissime precipitazioni.

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da aliv67 »

Lory ha scritto: giovedì 7 luglio 2022, 10:14 il terreno può fare un'enorme differenza.
Onestamente non so se la varietà di albicocco di cui parli possa avere qualche tipo di disaffinità col mirabolano, normalmente ciò non accade e le piante sono molto vigorose
Ritenterò, quello che avevo fatto era un ricaccio di un portainnesto di susino per cui avevo presupposto che si trattasse di mirabolano.
Volevo pure ritentare col mandorlo amaro, giusto per togliermi il cruccio... e qui scatta la domanda :) :
vista la disaffinità che ho finora accertato, volendo tentare un sovrainnesto, cosa posso usare come intermedio?
Avatar utente
Lory
Messaggi: 6338
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Quanto il portainnesto influenza il frutto...

Messaggio da Lory »

Beh direi che il migliore candidato sia il pesco
Lorenzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti