Tecniche di trapianto

Frutticoltura in generale e piante da frutto di comune coltivazione in Italia: per parlare delle piante da frutto rare e antiche. È la sezione principale del forum, dedicata a tutti gli aspetti della frutticoltura amatoriale in Italia. I frutti esotici non tropicali vanno in questa sezione.
Piero17
Messaggi: 60
Iscritto il: sabato 17 aprile 2021, 9:41
Provincia: Siracusa
Località: Augusta

Tecniche di trapianto

Messaggio da Piero17 »

Ciao a tutti! Non ho trovato un topic che trattasse esclusivamente di trapianti (o non ho saputo cercare a dovere) e ho pensato potesse tornare utile un'area dedicata alla condivisione delle nostre tecniche.

Proprio oggi pomeriggio ho trapiantato un Black Sapote acquistato da Torre alcuni giorni fa e ho pensato di documentarne le fasi. Utilizzo la stessa procedura da ormai due anni e mi pare funzionare a dovere. Aspetto i vostri feedback, soprattutto quelli negativi.

1) Scavo manuale della buca. Larghezza in superficie 1m di diametro, profondità 60cm. Cerco di ordinare la terra man mano che la tolgo in modo da riposizionarla alla stessa profondità di partenza;
2) Riempimento del fondo con pietrisco (a ciambella), circa un secchio da 15 litri. Buco riempito di terra e spolverato con letame maturo sminuzzato;
3) Strato di rami secchi (a ciambella) seguito da strato sottile di terra;
4) Strato di pale di fico d'india sminuzzate (a ciambella), circa mezza carriola;
5) Riempimento della buca fino al livello necessario al posizionamento dell'albero. Altro letame maturo sminuzzato posato intorno alle radici;
6) Ultimo riempimento della buca, formazione argine swale perpendicolare alla pendenza e pacciamatura con lo stesso materiale tolto all'inizio della procedura.
IMG_20210428_184921.jpg
IMG_20210428_184921.jpg (151.05 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_185010.jpg
IMG_20210428_185010.jpg (80.89 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_185531.jpg
IMG_20210428_185531.jpg (185.44 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_190247_compress39.jpg
IMG_20210428_190247_compress39.jpg (211.42 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_190453.jpg
IMG_20210428_190453.jpg (162.06 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_190948_compress97.jpg
IMG_20210428_190948_compress97.jpg (185.55 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_191829.jpg
IMG_20210428_191829.jpg (173.86 KiB) Visto 133 volte
IMG_20210428_192033_compress67.jpg
IMG_20210428_192033_compress67.jpg (185.69 KiB) Visto 133 volte
Avatar utente
Pancrazio
Messaggi: 7912
Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 22:56
Provincia: Firenze
Località: Firenze Città e Casentino
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Pancrazio »

L'idea del topic è bella e il messaggio è ben documentato ma sposto in frutticoltura generale perché la sezione frutteto è per i problemi progettuali del frutteto e non per le teniche di coltivazione
Quello che non si condivide, si perde.
Piero17
Messaggi: 60
Iscritto il: sabato 17 aprile 2021, 9:41
Provincia: Siracusa
Località: Augusta

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Piero17 »

Perfetto @Pancrazio , grazie! Effettivamente avevo qualche dubbio...
Luigi61
Messaggi: 47
Iscritto il: sabato 21 novembre 2020, 19:53
Provincia: Sassari
Località: Valledoria
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Luigi61 »

Ciao non potresti spiegare la funzione dei vari elementi che hai aggiunto :wondering:
Piero17
Messaggi: 60
Iscritto il: sabato 17 aprile 2021, 9:41
Provincia: Siracusa
Località: Augusta

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Piero17 »

Certo! Ci provo almeno, non ho per tutte le fasi delle spiegazioni molto "scientifiche" ma è un misto di pratiche utilizzate nelle mia zona. Accetto volentieri che vengano confutate. Cerco di andare per ordine:

Lo strato di pietrisco dovrebbe generalmente servire come drenante. Non so se altrove si usa a profondità minori. Qui lo metto più in basso possibile perché serva solo in caso di pioggia molto abbondante nel periodo invernale. Dovesse piovere d'estate, ho tutto l'interesse a trattenere ogni goccia.

I rami secchi e le pale di fico d'India fresche dovrebbero iniziare a decomporsi in poco tempo e quindi aiutare la pianta a crescere rapidamente. Inoltre fungono da strato "leggero" e capace di assorbire acqua. In particolare, in merito alle pale, mio nonno diceva che rilasciano l'acqua che contengono abbastanza lentamente. Il metodo è ispirato agli orti a lasagna dove si alternano strati di materiale "giallo" a strati di materiale "verde" per accelerare la decomposizione.

Mettere tutto "a ciambella" mi permette di creare una sorta di cilindro di terra morbida centrale che arriva fino al fondo. Lo faccio nell'intestazione di creare una via preferenziale all'eventuale fittone. Inoltre, considerando che la ciambella andrà leggermente abbassandosi, questo mi permette di mantenere l'albero allo stesso livello di partenza, come fosse un piedistallo. L'abbassamento attorno alla pianta si riempirà man mano che la pacciamatura verrà di volta in volta integrata.

Lo swale è utile sia a contenere l'acqua che non viene immediatamente assorbita sia a fermare la materia organica che può essere trasportata dall'acqua lungo la pendenza e a proteggere la pacciamatura dal vento.

L'obiettivo, come si può dedurre, è di creare una condizione di partenza confortevole che mi permetta di intervenire il meno possibile (irrigazione compresa) e non lavorare mai più il terreno. Valuterò, adesso che ho appena iniziato con le tropicali che leggo parecchio sensibili ai ristagni, la possibilità di "smontare" lo swale in inverno.

Non appena avrò la possibilità di reperire delle balle di paglia o trincerò le spontanee (che lascio crescere come si vede in foto) di sicuro aumenterò parecchio la pacciamatura fino al livello dello swale, coprendo anch'esso. Tra questa solitamente pianto degli azotofissatori (banalmente fave, piselli, fagioli). Altra cosa che ho intenzione di provare è una pacciamatura verde con delle striscianti (ho del nasturzio pronto, potrei valutarlo).

Credo di non aver dimenticato nulla...
Avatar utente
Figu
Messaggi: 1277
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2015, 17:37
Provincia: Cagliari
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Figu »

Ottimo lavoro @Piero17, i rami interrati nella buca lì avevo già provati ma non pale di fico d'india, ti copieró l'idea!
Piero17
Messaggi: 60
Iscritto il: sabato 17 aprile 2021, 9:41
Provincia: Siracusa
Località: Augusta

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Piero17 »

Grazie @Figu ! Ovviamente interrati per bene in modo che non ricevano assolutamente luce, altrimenti radicano
Avatar utente
Lory
Messaggi: 4750
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Lory »

Bellissimo lavoro @Piero17 ti copierò l'idea della ciambella per evitare che la decomposizione degli strati organici in profondità mi abbassi lentamente il livello della pianta come mi è già successo.
Un piccolissimo appunto: per le specie che temono il ristagno idrico (avocado, melograno....) io tendo a formare una baulatura sulla quale impiantare l'alberello in modo da tenerlo sollevato rispetto al livello del terreno e proteggerlo così da un eventuale (e potenzialmente letale) allagamento del terreno dovuto a piogge particolarmente intense.
Lorenzo
Piero17
Messaggi: 60
Iscritto il: sabato 17 aprile 2021, 9:41
Provincia: Siracusa
Località: Augusta

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Piero17 »

Grazie @Lory
Posso dirti che la mia esperienza con i bancali sinergici (simil-baulatura, no?) non è stata ottima. Qui in Sicilia sollevarsi dal livello del terreno significa aumentare l'evaporazione, la terra si indurisce facilmente, la poche pioggia estiva non penetra.
Essere al pari (o anche sotto, come ho fatto per molti altri alberi con buoni risultati) mi permette di risolvere il problema.
Avatar utente
Lory
Messaggi: 4750
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Modena
Località: Modena 45°N - Filippine 9,9°N
USDA Hardiness Zones: 9a

Re: Tecniche di trapianto

Messaggio da Lory »

Beh, certo, Modena e Siracusa non sono lo stesso :oops:
Lorenzo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Piero17 e 2 ospiti