Cocos nucifera e temperature

Mango, banano, papaya, guava, litchi, longan, passiflora, ananas, fico d'india... per tacer del resto.
pietropuccio
Messaggi: 88
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2020, 15:12
Provincia: Palermo
Località: Palermo
USDA Hardiness Zones: 9b

Cocos nucifera e temperature

Messaggio da pietropuccio »

Cocos nucifera e temperature
Da prendere come singola testimonianza, le precedenti non le ho documentate, con tutte le sue incertezze e imprecisioni e senza voler trarre conclusioni.
Pianta da “supermercato” in posizione aperta.

Prima foto panoramica, da sinistra a destra:
foto 1) 8 novembre, in vegetazione, media delle minime della settimana precedente: 13,6 °C
foto 2) 28 novembre, ferma, foglie lucide, qualche rara macchia, media delle minime della settimana precedente: 12,8 °C
foto 3) 5 dicembre, foglie lucide, diffuse macchie, media delle minime della settimana precedente: 12,9 °C

Seconda foto panoramica, da sinistra a destra:
foto 1) 12 dicembre, foglie opache, decolorate, apici raggrinziti, media delle minime della settimana precedente: 11,2 °C
foto 2) 30 dicembre, lamina interamente raggrinzita, media delle minime dellasettimana precedente: 10,9 ° C
foto 3) 8 gennaio, non occorrono commenti, media delle minime della settimana precedente: 11,1 °C

cn00.jpg
cn00.jpg (200.6 KiB) Visto 167 volte
cn11.jpg
cn11.jpg (226.77 KiB) Visto 167 volte
Da notare che da letteratura la temperatura critica per un cocco (arresto della proliferazione cellulare del meristema) si colloca tra 11 e 13 °C persistenti.
Particolari che possono servire: foglia opaca e inizio di raggrinzimento sono indice di pianta defunta o in condizioni critiche; spesso le piante vendute nel periodo natalizio sono già morte, anche all’insaputa del venditore, perché la foglia può mantenere per lungo tempo la colorazione verde.

PS: ho aperto una nuova discussione per l’argomento diverso dall’altra con lo stesso soggetto.
Avatar utente
Sherwood2
Messaggi: 2289
Iscritto il: martedì 20 ottobre 2015, 15:10
Provincia: Milano
Località: Hinterland nord est

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da Sherwood2 »

pietropuccio ha scritto: martedì 27 aprile 2021, 14:18 PS: ho aperto una nuova discussione per l’argomento diverso dall’altra con lo stesso soggetto.
Personalmente approvo questa decisione perche', anche nel titolo, la discussione precedente fa riferimento ad un'esperienza ormai trascorsa.
A @pietropuccio vorrei domandare se trovando un modo per alzare le temperature massime, ad esempio con una serra, puo' essere un modo per mitigare gli effetti nefasti delle minime notturne. Alcune delle piante che ho avuto modo di coltivare hanno dimostrato di "accumulare" il caldo generato dai raggi del sole nella piccola serra e di beneficiarne poi nelle ore piu' fredde, nelle quali la temperatura dentro e fuori erano comunque quasi allineate. Non vorrei fosse semplicemente una mia fantasia...
LucaGarda
Messaggi: 648
Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 11:26
Provincia: Milano
Località: Milano, Lago di Garda, Lago Maggiore, Riviera dei Fiori

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da LucaGarda »

Molto interessante. Avrei anche io alcune domande

1) quando è stata piantata la pianta?
2) che (es)posizione? sembra poco assolata
3) si dice spesso che le massime siano un fattore discriminante: hai anche il registro delle massime?
[Per vedere i link effettua il login!]
Avatar utente
Alessandro0303
Messaggi: 541
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 19:43
Provincia: Frosinone
Località: Collina 400mt s.l.m.
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da Alessandro0303 »

Pietro, hai deciso di parlare di una pianta desideratissima praticamente da mezzo forum :lol: , colgo anche io l'occasione per porre un osservazione:

Sull altro thread riguardo alla Cocos Nucifera in Italia, abbiamo discusso qualche mese fa su alcuni report di cocchi in buona salute in giro per il mondo, ce ne era uno in particolare a Corona California che da quanto capito, si becca minime notturne invernali anche di 5 gradi, ma di giorno la temperatura toccando di poco i 20 gradi con il sole, la pianta riesce a sopravvivere. Se non sbaglio il cocco con la luce e la temperatura ottimale accumula zucchero che poi riusa di notte per sopravvivere a temperature quasi gelide, un po' come ha spiegato Sherwood... Insomma vorrei un chiarimento in merito da parte tua :)
pietropuccio
Messaggi: 88
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2020, 15:12
Provincia: Palermo
Località: Palermo
USDA Hardiness Zones: 9b

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da pietropuccio »

Ciao,
- Sherwood2, non è affatto una fantasia, parlando di palme, che hanno una costituzione diversa dalle altre piante, l'effetto del riscaldamento della pianta in sè è praticamente nullo con piante giovanissime, ma cresce al crescere delle dimensioni (quindi massa), però una serra di cubatura decente non solo riscalda di giorno la pianta, ma anche l'aria, pavimento/terra e tutto ciò che c'è dentro, ciò innalza la temperatura media e ritarda l'allineamento interno-esterno, quindi la durata delle temperature più basse si riduce, fatto fondamentale per le palme tropicali. Non bisogna dimenticare che le palme hanno un unico punto di crescita, il meristema, che si trova all'interno, tanto maggiore lo spessore di tessuto che lo separa dall'esterno, quindi l'età, più tempo occorre perchè la temperatura del meristema raggiunga quella esterna, ed è questo uno dei motivi che rendono più resistente alle basse temperature una palma adulta.

- LucaGarda, messa a dimora a inizio estate, ha completato una foglia, ne ha fatto una nuova (quella delle foto) e ne ha iniziato un'altra.
In inverno la durata dell'insolazione del giardino è ridotta per la presenza di colline a sudovest. Palermo ha una piccola escursione termica giornaliera, quindi le massime non incidono molto, come per es. nella California del sud.

- Alessandro0303, :D Per il cocco di Corona bisogna vedere dove sono le stazioni meteo e dove si trova la pianta, in rete due siti meteo riportano temperature medie massime per gennaio molto vicine, 19 e 20 °C, ma minime abbastanza diverse, 5,5 e 8,9 °C, la zona ha una insolazione molto elevata, il suolo si riscalda, e bisognerebbe vedere l'esatto andamento della temperatura nelle 24 ore perchè è presumibile che quelle temperature minime si raggiungano all'alba per un periodo molto breve. Il discorso dell'accumulo di zuccheri non fa una grinza e incide ovviamente sulla velocità di crescita della pianta.

Una considerazione generale, per il mio giardino l'indicazione più importante di questo come dei precedenti lontani esperimenti non è la morte della pianta, per me scontata, ma la velocità con cui avviene e il momento in cui manifesta i primi segni. Ho delle palme da zona 10a che sono morte in posizione aperta, ma vivono decentemente a 5 m di distanza da dove era il cocco, ma in posizione riparata, la differenza con i cocchi è che il decadimento era più lento, più spostato in avanti e il crollo avveniva generalmente a marzo.
Paolorc
Messaggi: 160
Iscritto il: lunedì 8 febbraio 2021, 14:20
Provincia: Reggio Calabria
Località: motta san giovanni

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da Paolorc »

In base alle considerazioni di @pietropuccio e alle sue esperienze sul campo mi sembra che l'unica opportunità di vedere una cocos nucifera alle nostre latitudini sia impiantatarla in serra e scoprirla dolo una volta adulta.
Senza protezioni non c'è alcuna speranza di riuscita.
LucaGarda
Messaggi: 648
Iscritto il: lunedì 10 ottobre 2016, 11:26
Provincia: Milano
Località: Milano, Lago di Garda, Lago Maggiore, Riviera dei Fiori

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da LucaGarda »

Concordo con @Paolorc . Io penso che l’Europa continentale e Sicilia siano off-limits per il cocco, forse si può provare in situazioni particolari, come mostrato da quel ragazzo di Malta a cui sono sopravvissute in inverno o da quel tipo di Cipro a cui, molto più adulte, sono sopravvissute con danni enormi. In Italia, al di fuori di Lampedusa e Linosa, in condizioni riparate e magari coperture, non vedo possibilità (a meno di crescerle in casa come faccio io o in serre riscaldate)
[Per vedere i link effettua il login!]
Avatar utente
Alessandro0303
Messaggi: 541
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 19:43
Provincia: Frosinone
Località: Collina 400mt s.l.m.
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da Alessandro0303 »

Grazie Pietro per le preziosissime informazioni, sicuramente da noi la sfida rimane sempre complicata ma sono sicuro che prima o poi troveremo il modo di riuscirci... Certo non credo che riusciremo a produrre le noci di cocco, ma almeno la sopravvivenza decente della pianta quella si
pietropuccio
Messaggi: 88
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2020, 15:12
Provincia: Palermo
Località: Palermo
USDA Hardiness Zones: 9b

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da pietropuccio »

Tengo a precisare che non voglio dissuadere o scoraggiare nessuno, qualsiasi esperimento, anche se non porta al risultato desiderato, fornisce sempre indicazioni utili.
Avatar utente
Alessandro0303
Messaggi: 541
Iscritto il: venerdì 6 settembre 2019, 19:43
Provincia: Frosinone
Località: Collina 400mt s.l.m.
USDA Hardiness Zones: 8b

Re: Cocos nucifera e temperature

Messaggio da Alessandro0303 »

Si esatto, da me ovviamente è impossibile coltivare cocco, però proverò a fare l'esperimento dalla noce del supermercato e vedere se almeno nasce una piantina forte oppure debole come alla maggior parte degli esperimenti. In questo modo capiremo meglio se per tentare la piena terra per quelli che se lo possono permettere, conviene da seme o meglio quelle delle serre forzate del Lidl

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite