"Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Mango, banano, papaya, guava, litchi, longan, passiflora, ananas, fico d'india... per tacer del resto.
Rispondi
lorenzo89
Messaggi: 67
Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2018, 19:23
Provincia: Bologna
Località: Imola

"Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da lorenzo89 » venerdì 7 giugno 2019, 21:19

Riprendo l'esperienza di @Pancrazio su questa tecnica per capire se in generale viene fatta anche da altri e se non viene fatta solo sul mango, cioè, per parlarne più a livello "generale", secondo voi ci sono tipologie di piante in cui è meglio adottare questa tecnica? io provai anni fa con una pouteria sapota ma non ne ha mai voluto sapere di separare le gemme e dopo la "potatura" appena rifaceva le gemme una prendeva il sopravvento ritornando a crescere solo sulla punta mentre ho visto che per piante piu cespugliose è una tecnica che va benissimo(tipo il guava).
Io provai perchè avevo l'esigenza di tenere ridotte alcune piante ma senza aver condiviso la cosa per cui potrei anche aver sbagliato periodo o altezza del mio semenzale...ora ho l'esigenza di tenere alcune piante in terrazzo nella forma più compatta possibile per fare esperimenti di rusticità perchè nel medio periodo dovrei trovare un appezzamento di terra in cui metterle a dimora avendo già chiaro quali sono i limiti e le aspettative della zona (Savona e dintorni). Ma tornando all'argomento, ho un avocado nato da seme di 20/30 cm che sta vegetando, potrei gia togliere la gemma o faccio dei danni?
Allegati
avocado potatura.jpg
avocado potatura.jpg (58.29 KiB) Visto 94 volte
Avatar utente
Lory
Messaggi: 1002
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Estero (Outside Italy)
Località: Filippine 9.9 °N
Zona USDA: 14a

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da Lory » venerdì 7 giugno 2019, 23:12

L'avocado risponde in maniera pessima all'eliminazione del germoglio centrale producendo altre gemme di cui UNA prende quasi subito il ruolo di dominante.
Addirittura anche in alberi grandi, la potatura dell'asse centrale è seguita dallo stesso fenomeno quindi NON è considerata una buona tecnica per contenere l'altezza della pianta
Lorenzo
Avatar utente
Lory
Messaggi: 1002
Iscritto il: domenica 27 agosto 2017, 15:16
Provincia: Estero (Outside Italy)
Località: Filippine 9.9 °N
Zona USDA: 14a

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da Lory » venerdì 7 giugno 2019, 23:14

Ma perchè semplicemente non lo innesti??
Lorenzo
lorenzo89
Messaggi: 67
Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2018, 19:23
Provincia: Bologna
Località: Imola

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da lorenzo89 » sabato 8 giugno 2019, 10:44

non lo innesto perchè, a parte che ora è troppo piccolo ma lo terrei in terrazzo ancora un po' per cui il mio obbiettivo ora è testare resistenza e comportamento piu che migliorare la qualità dei frutti, appena troverò un po' di terra probabilmente un avocado glielo metterò ma ora la mia esigenza principale è quella di tenere le piante contenute, tra l'altro ho visto avocadi in vaso a fora cespugliosa, che tecnica è meglio usare?
Avatar utente
Pancrazio
Messaggi: 5714
Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 22:56
Provincia: Firenze
Località: Firenze Città e Casentino
Zona USDA: 8b

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da Pancrazio » sabato 8 giugno 2019, 11:38

Fai bene ad avere una pianta per sperimentare ma considera che una pianta tenuta molto in vaso poi in terra richiede molti anni per recuperare, è probabile che ti troveresti meglio a comprare un astone quando avrai disponibilità.
Personalmente io non mi preoccuperei di impalcarlo bene ora quando è molto piccolo, lo "spingerei" molto con fertilizzazioni e irrigazioni e poi lo capitozzerei basso, in questo modo dovresti vedere l'emissione di molti getti che potrebbero andare a costituire i tuoi rami. E' importante farlo con la pianta molto vigorosa, perché altrimento come ti è stato detto l'avocado si limita a rifare un solo getto e continua l'accrescimento verticale a ramo singolo.
"Quello che non si condivide, si perde."

(Non scrivetemi messaggi privati per consigli di coltivazione; c'é un forum apposta per questo)
lorenzo89
Messaggi: 67
Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2018, 19:23
Provincia: Bologna
Località: Imola

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da lorenzo89 » sabato 8 giugno 2019, 13:00

Sì, sulla parte successiva è probabile che delle piante piu "promettenti" prenda direttamente un astone innestato.
Grazie, era proprio questo che volevo capire e se ci sono tecniche successive di contenimento della pianta da utilizzare in modo piu generico poi chiaramente ogni pianta si comporta in modo differente per cui non intendo applicare un "protocollo" ma piu che altro discutere su come stare in quella soglia che passa tra il mantenere contenuta una pianta in vaso e mantenerla vigorosa...
diegourru
Messaggi: 461
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 22:53
Provincia: Olbia-Tempio
Località: San Teodoro

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da diegourru » lunedì 10 giugno 2019, 17:04

Pancrazio ha scritto:
sabato 8 giugno 2019, 11:38
Fai bene ad avere una pianta per sperimentare ma considera che una pianta tenuta molto in vaso poi in terra richiede molti anni per recuperare, è probabile che ti troveresti meglio a comprare un astone quando avrai disponibilità.
Personalmente io non mi preoccuperei di impalcarlo bene ora quando è molto piccolo, lo "spingerei" molto con fertilizzazioni e irrigazioni e poi lo capitozzerei basso, in questo modo dovresti vedere l'emissione di molti getti che potrebbero andare a costituire i tuoi rami. E' importante farlo con la pianta molto vigorosa, perché altrimento come ti è stato detto l'avocado si limita a rifare un solo getto e continua l'accrescimento verticale a ramo singolo.
A che altezza potrebbe essere il momento giusto per capitozzare? E di quanti cm bisognerebbe tagliare?io ho una piantina che sta crescendo a vista d'occhio ora sarà circa 25cm potrei già agire?
Allegati
IMG_20190610_162119.jpg
IMG_20190610_162119.jpg (67.93 KiB) Visto 40 volte
Avatar utente
Pancrazio
Messaggi: 5714
Iscritto il: martedì 29 settembre 2015, 22:56
Provincia: Firenze
Località: Firenze Città e Casentino
Zona USDA: 8b

Re: "Tecnica brucatura delle punte su tropicali"

Messaggio da Pancrazio » lunedì 10 giugno 2019, 20:45

Impossibile dire come può rispondere. Ci sono alcuni che hanno l'avocado da seme a cui muore la gemma apicale e si ritrovano con getti multipli, io ho capitozzato una pianta grossotta e mi sono trovato 2 soli rami.
"Quello che non si condivide, si perde."

(Non scrivetemi messaggi privati per consigli di coltivazione; c'é un forum apposta per questo)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Eclissato, Google [Bot] e 4 ospiti